ITAItalianoEnglishENG
Strada dei vini e dei sapori
Foto Gallery
Per saperne di più
I canali delle bonifica
 I canali delle bonifica  Dai tempi antichi cominciò nelle terre della bassa un’ampia operazione di bonifica ...
Per i cicloturisti un’occasione da non perdere!
 Per i cicloturisti un’occasione da non perdere!  Una pista ciclabile che costeggia il Po con uno sviluppo di ...
Piante e Animali Perduti a Guastalla
 Piante e Animali Perduti a Guastalla  Tornano dal passato i profumi, i sapori e le suggestioni di un tempo e si fermano ...
Paesaggi del fiume
 Paesaggi del fiume   Le Terre attraversate dal Grande Fiume sono ricche di storia, cultura, tradizioni e passioni in ...
Tra Arte, Cultura e Natura
 Tra Arte, Cultura e Natura  Spazi, luce, “natura viva” si coniugano in modo singolare con una storia ...
Cesare Zavattini
 Cesare Zavattini ...(la bicicletta) gli emiliani la usano come il cappello, che non si può abbandonare, poiché fa ...
Il porto turistico fluviale
 Il porto turistico fluviale  Quello di Boretto è un attrezzato porto turistico fluviale che, con annessa vasta area ...

Nei luoghi di Don Camillo e Peppone: i personaggi di Guareschi!

 

Nei luoghi di Don Camillo e Peppone: i personaggi di Giovannino Guareschi!

 

Giovannino Guareschi è lo scrittore, il narratore che meglio ha saputo raccontare i suoi luoghi e la “sua gente”, quelli della “bassa”, che ha saputo vedere lontano e che non mancava di afferrare il lato ironico (a volte un po’ amaro) delle vicende umane.

Nacque nel 1908 a Fontanelle, in provincia di Parma, conviene precisarlo perché da quelle parti ci tengono molto.

 

Divenne famoso come autore di romanzi e racconti umoristici, soprattutto con la serie di Don Camillo, il combattivo parroco di Brescello, nella “bassa” reggiana, che quotidianamente si confrontava con il nemico-amico Peppone, sindaco comunista del paese. Dalle vicende di questi personaggi, tradotte in tutto il mondo, è stata realizzata una serie di film interpretati da Fernandel e Gino Cervi.

 

“Questa favola vera vuol essere un po’ la storia degli ultimi vent’anni di vita politica italiana. La storia del Paese riflessa nella cronaca del paesello.

Gli avvenimenti più clamorosi del Mondo grande che trovano puntuale rispondenza nelle vicende paesane del “Mondo Piccolo” di don Camillo.” Giovannino Guareschi, 1968 Le storie di Peppone e don Camillo, nate da un’intuizione di Guareschi, nel clima politicamente infuocato dell’Italia post-bellica, sono “favole vere” che riconciliano con il mondo e con la speranza umana, seguendo uno stile narrativo che parla al cuore, in qualche modo…consolatorio.

 

A Brescello sono visitabili il Museo “Brescello e Guareschi, il territorio, il cinema”, dove è anche ricostruito un set cinematografico originale; oggetti agricoli e attrezzi dei barcaioli degli anni ‘50, ricreano l’atmosfera tipica della civiltà ritratta nei film. A poca distanza il Museo “Peppone e Don Camillo” che accoglie cimeli e ricordi della saga del Don Camillo cinematografico.

Strada dei Vini e dei Sapori - info@animaemiliana.it